Il bilancio di sostenibilità, chiamato anche rapporto di sostenibilità, è uno strumento fondamentale per le aziende che desiderano dimostrare il loro impegno verso la tutela ambientale, sociale ed economica.

Negli ultimi anni, la crescente consapevolezza e attenzione verso queste tematiche e l’Agenda 2030, hanno reso la redazione del bilancio di sostenibilità una pratica sempre più diffusa e, in alcuni casi, obbligatoria. Vediamo qui di seguito chi ha il dovere di stilarlo.

 

 

Chi ha l’obbligo di redigere il bilancio di sostenibilità?

L’applicazione delle regole previste dalla Direttiva CSRD prevede che questo obbligo abbia decorrenza:

  • dal 1° gennaio 2024 per le grandi imprese con oltre 500 dipendenti
  • dal 1° gennaio 2025 le grandi imprese che, alla data di chiusura dell’esercizio superino almeno 2 dei seguenti 3 criteri: 20 milioni di fatturato attivo, 40 milioni di ricavi netti o almeno 250 dipendenti
  • dal 1° gennaio 2026 le PMI e le altre imprese quotate

Per quale motivo proprio queste imprese? Perché solitamente quelle con queste caratteristiche rientrano almeno in uno di questi tre ambiti:

  • Aziende quotate in borsa, per cui spesso è richiesto dalle borse valori o dalle autorità di regolamentazione finanziaria per garantire trasparenza agli investitori.
  • Settori specifici. Alcuni ambiti considerati ad alto impatto ambientale o sociale, come l’industria chimica, energetica e tessile, possono essere soggette a obblighi specifici di rendicontazione della sostenibilità.
  • Imprese di interesse pubblico. Incluse banche, assicurazioni e altre istituzioni finanziarie che devono rispondere a criteri di trasparenza maggiori per proteggere l’interesse pubblico.

 

 

Quali aspetti vengono trattati nel bilancio di sostenibilità?

Un bilancio di sostenibilità deve coprire una serie di tematiche essenziali per offrire una visione completa dell’impatto dell’azienda.

Per questa ragione esiste una sorta di lista di elementi da inserire all’interno di questo documento, che include:

  • Profilo aziendale, con una descrizione della realtà, delle sue attività e della sua struttura organizzativa. All’interno di questa sezione troviamo anche mission, vision e valori.
  • Informazioni sulla struttura di governance, le politiche aziendali e l’iter dei processi decisionali, con un focus specifico su come le scelte legate alla sostenibilità vengono integrate nella strategia aziendale.
  • Performance ambientali con dati e analisi sull’impatto delle proprie attività. Questo può includere l’uso delle risorse naturali, le emissioni di gas serra, la gestione dei rifiuti e le iniziative per la riduzione del proprio impatto sull’ambiente.
  • Prestazioni sociali e welfare dei dipendenti con una valutazione delle pratiche aziendali riguardanti il personale, la comunità e i diritti umani. Include aspetti come la salute e sicurezza sul lavoro, lo sviluppo professionale, l’inclusione, la diversità e l’impegno sociale.
  • Performance economica. Oltre ai risultati finanziari tradizionali, il bilancio di sostenibilità considera anche l’impatto economico dell’azienda sulla comunità e sugli stakeholder.
  • Coinvolgimento degli stakeholder, con la descrizione dei metodi utilizzati dall’azienda per coinvolgerli, inclusi clienti, fornitori, dipendenti, comunità locali e altri gruppi interessati.
  • Obiettivi e risultati. Qui il focus è orientato sia al presente che al futuro, con un’analisi degli obiettivi di sostenibilità fissati dall’azienda e sui risultati ottenuti. Questo include la presentazione di KPI per misurare i progressi.
  • Informazioni sulla conformità dell’azienda alle normative vigenti e agli standard internazionali di sostenibilità, come il Global Reporting Initiative (GRI), il Sustainability Accounting Standards Board (SASB) e il Task Force on Climate-related Financial Disclosures (TCFD).

 

 

I vantaggi del bilancio di sostenibilità

Il bilancio di sostenibilità offre diversi vantaggi alle aziende, anche se non obbligate a pubblicarlo. Questi includono:

  • Immagine aziendale più competitiva, questo perché aiuta a presentare la realtà come un’impresa responsabile e sostenibile.
  • Accesso a finanziamenti, può infatti aiutare a ottenere finanziamenti privati e pubblici per progetti sostenibili.
  • Riconoscimento da parte degli stakeholder, in quanto dimostra l’impegno dell’azienda per la sostenibilità, aumentando la fiducia.

Il bilancio di sostenibilità rappresenta uno strumento chiave per le aziende che vogliono dimostrare il loro impegno verso uno sviluppo sostenibile e responsabile. Non solo fornisce trasparenza agli stakeholder, ma aiuta anche le aziende a identificare aree di miglioramento e a sviluppare strategie per ridurre il loro impatto ambientale e sociale. Con la crescente importanza della sostenibilità nel mondo degli affari, la redazione di un bilancio di sostenibilità è destinata a diventare sempre più una prassi standard, se non un obbligo, per tutte le aziende che mirano a rimanere competitive e responsabili nel lungo termine.

 

 

Il bilancio di sostenibilità come strumento di comunicazione

Attraverso questo documento, le imprese hanno l’opportunità di condividere in modo trasparente e dettagliato le proprie performance ambientali, sociali e di governance (ESG) con i loro stakeholder, come investitori, dipendenti, clienti e la comunità in generale.

Dà inoltre la possibilità di raccontare la propria storia di sostenibilità, illustrando gli obiettivi raggiunti, le sfide affrontate e i piani futuri per migliorare il proprio impatto positivo sulla società e sull’ambiente. Questo tipo di comunicazione aperta e responsabile aiuta a costruire fiducia e credibilità, posizionando l’azienda come un’impresa attenta alle tematiche ESG e impegnata in un percorso di sviluppo sostenibile.

Inoltre, il bilancio di sostenibilità può essere utilizzato per differenziarsi dalla concorrenza, attrarre investimenti e nuovi talenti, e dimostrare il proprio valore aggiunto agli occhi dei consumatori sempre più attenti alle questioni ambientali.

 

In Brand039, grazie alla partnership con GDC Corporate & Tax, i dottori commercialisti Davide Cagnoni e Cristina Brianza, ci siamo occupati della realizzazione di bilanci di sostenibilità, primo tra tutti quello di Sealup, realtà impegnata nel settore della moda di alto livello. Se anche tu necessiti di supporto per l’impaginazione e lo sviluppo grafico di questo documento, noi possiamo aiutarti e creare una proposta in linea con le linee comunicative del tuo brand.

 

Contattaci per maggiori informazioni

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa “privacy policy” di Brand039 per il trattamento dei miei dati

Acconsento al trattamento dei miei dati per la finalità di iscrizione alla Newsletter come indicato nell’informativa

5 + 1 =